Seleziona una pagina

Hercules è stata una delle prime case di costruzione di materiale da dj a credere nei controller ed a progettarne e costruirne fin dai primi anni del digital Djing. Sono tantissimi i dj che hanno cominciato a suonare musica digitale muovendo i primi passi su una console dj Hercules, e con il tempo, il settore ha fatto moltissima strada e passi da gigante. Il modello Rmx di Hercules è stato un prodotto definito da molti innovativo, o che comunque andava a diventare il punto di riferimento per i controller di quella fascia di prezzo. Gli anni sono passati e la concorrenza tra le case si è fatta sempre più dura e tutto questo, naturalmente, è andato a nostro vantaggio dato che abbiamo la possibilità di godere di prodotti sempre migliori, e di software più performanti. Hercules comunque ha sempre mantenuto la sua posizione di leader, soprattutto in una fascia di prezzo medio bassa, e con l’evoluzione della sua storica RMX, cioè il modello di cui stiamo parlando ora, ha sicuramente fatto un altro centro.

La Console

La Rmx2, nella versione premium che stiamo provando, si presenta in un colore nero che le dà un tocco di eleganza in più e quel senso di prodotto pro che fa sempre piacere provare quando ci si accinge ad entrare in console. La struttura è in metallo, con superficie in alluminio e base in acciaio. Il prodotto quindi non ha per niente un aspetto giocattoloso, anche perché, a tutti gli effetti, di un giocattolo proprio non si parla, anzi. Le principali differenze rispetto al modello precedente sono le Jog Wheel, più grandi e più adatte ad un mercato moderno, e i pad di gomma sensibili al tocco, inseriti in tutti e due i deck. I Pad, come spesso accade nelle console Hercules, hanno diversi utilizzi che si possono selezionare. Si va dagli effetti, alla selezione dei punti di Cue, la gestione dei loop e il triggering dei campioni. Per quanto riguarda gli effetti è possibile modularli anche in alcuni parametri tramite i potenziometri situati sopra i pad.

mixer Hercules RMX 2

Il Mixer

Il mixer è un tipico due canali con tre potenziometri per il controllo dell’equalizzatore, alti, medi e bassi. La sensazione che si prova utilizzando l’Eq è piacevole grazie anche alla solidità delle manopole e al fatto che sono rivestite in materiale gommoso che rende la presa più sicura e precisa. C’è da segnalare anche un bottone per il Kill in ogni potenziometro che permette di escludere le frequenze volute con un semplice tocco. La navigazione all’interno delle tracce si effettua tramite quattro pulsanti a freccetta posti in mezzo all’ equalizzatore. Anche se in prodotti diversi si è abituati a navigare, soprattutto su Traktor che è fornito con la console in versione Le, con una manopola, anche la navigazione con i bottoni risulta essere tutto sommato piuttosto pratica.

I Fader per il volume sono di buona costruzione, anch’essi rivestiti in materiale gommoso. Le dimensioni ridotte della console li fanno forse apparire un po’ più corti di quelli dei mixer di fascia più alta, ma fanno il loro lavoro e non ci si mette tanto a prenderci l’abitudine anche se si è abituati con altri prodotti. Il Cross Fader funziona perfettamente e gode della stessa qualità costruttiva dei Volume Fader.

Nella parte alta troviamo il controllo per il volume del master e subito sopra i tre Eq, ci sono i potenziometri per il filtro, molto comodi ed immediati soprattutto se usati con il software Taktor che, ripeto, è incluso nel prezzo nella sua versione LE.

In alto, nei lati, troviamo i fader per il controllo del pitch, che può essere regolato anche tramite due pulsanti in gomma posti subito sotto. Accanto al controllo del pitch c’è l’indicatore dei pad che ci permette di vedere subito con un colpo d’occhio quale opzione si è selezionata, tramite un pulsantino dedicato, tra Loop, Effect, Sample, e Cue.

Deck Hercules RMX 2

I Deck

Le Jog Wheel sono uno dei punti che si notano di più se si paragona la vecchia RMX con questa nuova versione RMX2. Bisogna dire subito che funzionano bene e fanno il loro lavoro. Hercules in questa fascia di console ha deciso di utilizzare un meccanismo di selezione meccanico e non elettrico. Non basta sfiorare la superficie per passare dal pitch/bending alla navigazione nella traccia, ma bisogna premere. Il gesto è comunque naturale e l’ottima costruzione di questa console fa sì che la Jog scenda uniformemente quando si preme e non dia la sensazione di rimanere in un certo senso sbilanciata. Per gli appassionati dello scratch, c’è una funzione apposta e con queste Jog Wheel dobbiamo dire che si ha una buona soddisfazione.

Nel pannello superiore c’è una presa XLR per l’ingresso di un microfono che è gestibile tramite il potenziometro e tramite un pulsante on/off che volendo esclude l’audio proveniente dal mic in maniera istantanea. Nel pannello posteriore troviamo, oltre alle uscite bilanciate per l’audio master, anche due ingressi nel caso in cui volessimo utilizzare la console RMX2 con delle fonti esterne come CDJ o Giradischi. Inutile dire che anche questa caratteristica pone la console in un ambito professionale e permette al dj di attingere sia dal software e dalla sua versatilità, che da fonti tradizionali. La qualità del suono è un’altra caratteristica nella quale sono stati fatti passi da gigante rispetto al modello precedente. La nuova scheda audio a 96kHz/24-bit ha un suono fantastico, soprattutto se utilizziamo la console con Traktor. Non dobbiamo dimenticarci infatti che con il prodotto sono inclusi due programmi per dj: il già citato Traktor versione LE e Djuced, il software che Hercules include nei suoi prodotti, abbastanza semplice da usare ma limitato nei confronti dei programmi pro.

Traktor Le

Conclusioni

L’impressione che si ha, quando si utilizza la console per la prima volta, è quella di avere per le mani un prodotto professionale, che permette di usare un software come Traktor, senza mai dover abbandonare la console e mettere le dita sul mouse. Esistono in commercio controller che danno la possibilità di avere più regolazioni e hanno una superficie totale maggiore, ma se si vuole effettuare un dj set, a qualsiasi livello, magari senza dover passare troppo tempo sui pad, che sono comunque di ottima qualità, questa console è veramente un prodotto ben fatto e consigliatissimo. Hercules ha fatto un altro centro e ha realizzato un prodotto che ci sentiamo di consigliare a tutti i dj, sia a quelli più navigati che ai novizi, che a questo prezzo, si portano a casa un sistema completo per il Djing e che potrà accompagnarli anche negli anni futuri e nelle prestazioni più impegnative. I Dj che hanno già la loro esperienza alle spalle invece hanno la possibilità di avere un controller completo, adatto ad essere trasportato in tutta comodità, grazie anche alla borsa che Hercules include nelle confezione e fa di questa console il prodotto adatto al dj in movimento.