Seleziona una pagina

La Console

La Hercules control instinct è una console dj entry level già presente sul mercato da un paio d’anni e da molti considerata come un ottimo punto di inizio per chi vuole cominciare a fare il dj ed ha un budget ridotto. Questa nuova versione, la Instinct S, dovrebbe, secondo Hercules, apportare diverse modifiche ma, secondo noi, si parla più che altro di pochi ritocchi estetici. La parte hardware rimane praticamente la stessa, e questo potrebbe anche essere un punto a suo vantaggio dato che stiamo parlando di un prodotto che ha dato molta soddisfazione agli utenti che lo hanno provato e utilizzato in questi anni. Naturalmente stiamo parlando di dj alle prime armi, di persone che vogliono imparare l’arte del djing ma non vogliono spendere una cifra superiore ai cento euro. Ecco, questo è il compito che questa console deve svolgere, dare le prime soddisfazioni ai futuri dj, permettere loro anche di esibirsi a qualche festa e perché no, farli innamorare del digital djing e farli diventare in futuro delle star.

Guarda la console al miglior prezzo su Amazon:

Hercules DJ Control Instinct S Serie DJ Controller

Iniziamo col descrivere l’estetica di questo prodotto. È una console piuttosto piccola, viene venduta in un imballo di dimensioni ridotte contenente oltre al prodotto anche un cd di installazione. Al primo impatto risulta essere piuttosto leggera, dato che la costruzione è praticamente tutta in plastica. A differenza del modello precedente dove il mixer si distingueva dai decks per essere nero opaco, in questa versione la Hercules ha voluto dargli un aspetto più metallico, e la parte centrale è fatta in silver metal. Oltre a dividere maggiormente i tre settori, dal punto di vista visivo, non mi pare che questo cambiamento abbia in nessuno modo portato altri sconvolgimenti in questo prodotto che, lo ricordo ancora, fa il suo dovere esattamente come lo faceva il modello precedente. C’è una presa per le cuffie e l’uscita audio sul retro. Questo naturalmente è dovuto al fatto che questa console dj ha una scheda audio integrata. Per chi si è interessato da poco al mondo del digita djing questo può sembrare anche normale, ma per chi vive in questo mondo da almeno dieci anni sa che all’inizio, le console di questo prezzo, non avevano la scheda audio e di conseguenza presentavano tutta una serie di problemi che le rendevano scomode e richiedevano hardware aggiuntivo. Tutto questo per dire che nonostante stiamo parlando di un prodotto che costa meno di cento euro, abbiamo una console che, una volta installati driver e software dj, è pronta all’uso. Si attaccano le cuffie, le casse, e si può iniziare a mixare.

hercules control instinct s

I comandi

Date le ridotte dimensioni di questa console i controlli non sono abbondanti, ma sono comunque quelli necessari a fare un buon mix e ad iniziare con il djing. Le Jog Wheel sono, secondo Hercules, più grandi di quelle del modello precedente. Si parla comunque di due Jog non grandissime anche se riescono a fare il loro dovere. Funzionano a pressione, nel senso che se si schiacciano meccanicamente verso il basso, permettono di navigare più velocemente all’ interno della traccia. Con il bottone Vynil attivato è anche possibile effettuare lo scratch. Il funzionamento, che non è a sfioramento come in altri tipi di console, funziona bene ad ogni pressione e da una buona impressione di solidità. Nel mixer ci sono i tre controlli dell’equalizzatore, per ogni canale, a abbiamo anche dei pulsanti dedicati alla navigazione tra le tracce nel browser. Se si tralasciano alcuni aspetti, come l’assenza del gain control, si può dire che con questa console non bisogna mai mettere le mani direttamente sul pc, e questo è un ottimo aspetto per chi vuole iniziare a fare il dj. La parte meno professionale di questo prodotto, se paragonato agli standard di fascia più alta, è la leva del pitch, che in questo caso è piccola e permette solo di andare su o giù, senza permettere una regolazione di fino. Non è facile abituarsi a questo tipo di pitch, ma bisogna anche tenere conto che un dj alle prime armi di solito utilizza abbondantemente i pulsante Sync per mettere a tempo le tracce. Le due levette del pitch possono servire per allenarsi e per dare le prime soddisfazioni nel mettere a tempo due tracce. Sopra la Jog troviamo anche una pulsantiera dedicata ai Loop, gli Effetti e i Sample. Gli effetti sono i soliti reverbero, echo, flanger e chorus, e possono essere modulati nei loro parametri tramite il pc. I sample precaricati non sono un granché, ma è possibile aggiungerne altri e per personalizzare i propri mix e imparare ad imprimere il proprio carattere alla musica che si sta suonando. Le leve per il volume delle due tracce e il crossfader sono di buona costruzione e permettono di gestire le tracce caricate e mixarle correttamente. Anche i pulsanti play rispondono correttamente ad ogni pressione e non sono quindi un rischio per le performance live dei futuri dj.

hercules control instinct s

Il software in dotazione è Djuced, come succede spesso nei prodotti entry level della Hercules per le console dj. Stiamo parlando di un programma che non è nato per fare concorrenza ai suoi cugini più grandi come Traktor, Virtual Dj e Serato. Il software fa comunque il suo lavoro e bisogna dire che lo fa abbastanza bene. I programmi di fascia alta sono sviluppati ed ottimizzati continuamente per interfacciarsi con i vari controller e per avere una qualità audio professionale. Non è facile sviluppare un software che dia soddisfazioni e permetta di avere tante funzioni come questo Djuced, soprattutto se viene distribuito, nella sua versione completa, in un prodotto che costa meno di cento euro. Anche dal punto di vista del programma in dotazione quindi, questa console svolge al pieno il lavoro per cui è stata progettata, cioè dare la possibilità a che è alle prime armi di attaccare il controller al pc o al mac e di iniziare a suonare come un dj che lavora in un club.

hercules control instinct s

Conclusioni

La Hercules Dj control instinct serie S è un buonissimo prodotto per questa fascia di prezzo, ed è anche per questo che sta riscuotendo, come il modello precedente, un grandissimo successo. Con meno di cento euro si può entrare nel mondo del djing, fare esperienza ed anche esibirsi grazie ad una console con scheda audio integrata, che permette ad esempio il pre ascolto in cuffia, ed un software con tutte quelle funzioni che servono per mixare. Questa console è vivamente consigliata per chi ha voglia di iniziare, e credo che a questo prezzo, sarà difficile se non impossibile trovare qualcosa di meglio o anche di comparabile.