Seleziona una pagina

Quando Allen e Heath lancia un nuovo prodotto, il mondo del Djing alza le orecchie e rimane in attesa di poter mettere le mani su dei nuovi potenziometri e delle nuove levette. Questo succede perché la casa inglese che produce mixer e console da studio, presenta di solito prodotti di ottima qualità, e questa volta, con lo Xone 23c non ha di certo fatto un’eccezione.

La Allen e Heath è vista da un certo tipo di Dj come l’alternativa alla più famosa Pioneer. Indubbiamente la qualità del suono dei mixer A&H è leggendaria, e alcune sue caratteristiche vincenti, come il famoso filtro passa basso o passa alto, sono una vera e propria firma per il sound di Dj in tutto il mondo.

mixer xone 23 c

Partiamo dal modello precedente. Lo Xone 22 è un mixer entry level della casa inglese che, per quanto ottime siano ancora le prestazione che offre, aveva bisogno di una rinfrescata, e si doveva rinnovare soprattutto su quelle caratteristiche tecnologiche come l’integrazione con il computer, che oggi nessun Dj può tralasciare, sia che suoni nella sua camera, oppure nei più grandi club e discoteche del mondo. Chiariamo subito un concetto, quando si parla di Allen e Heat, l’entry level non vuole assolutamente dire scarsità di materiali da costruzione o di prestazione, spesso significa solo meno canali e qualche piccolo accorgimento in meno. Questo nuovo mixer a due canali, lo Xone 23c ne è la prova, e si può dire che sia il degno successore dello Xone 22, con quei giusti accorgimenti che lo portano ad essere un punto di riferimento per il Dj moderno, che suona sia con i supporti fisici, come i cd, che con il computer. Andiamo ad analizzare nel dettaglio questo nuovo mixer di casa A&H.

Visione d’insieme

Cominciamo con la visione d’insieme. Questo mixer è un carro armato. Dimenticatevi oggetti plasticosi o prodotti che sembrano volersi rompere da un momento all’altro. Lo Xone 23c è solido, robusto e con un look dark che lo rende molto elegante e adatto ad ogni tipo di uso, sia in discoteca che a casa. Nei lati troviamo le scritte con il marchio e con il nome del modello. Lateralmente ci sono delle alette con dei forellini per chi desidera incastrare il mixer in una console o in un mobile dedicato, come può succedere in un locale, un bar o una discoteca. I potenziometri e i fader che troviamo in superficie sono di ottima fattura e danno una piacevolissima sensazione al tocco. Quando si mettono le mani sopra questo mixer la sensazione è quella di voler accendere prima possibile la musica e partire con il mix. Sulla superficie superiore troviamo anche un ingresso Xlr per il microfono con i suoi controlli a portata di mano. Insomma, come prima impressione questo mixer è davvero eccezionale, e non dà per nessun motivo l’idea di essere un oggetto entry level o per principianti, semplicemente è un mixer più piccolo dei suoi fratelli maggiori, perché ha solo due canali ed è adatto a chi cerca una soluzione compatta e anche facilmente trasportabile.

mixer xone 23 c

Hardware

La vera sorpresa del mixer Allen e Heath Xone 23c è la scheda audio integrata che permette di collegarlo al pc o al mac semplicemente utilizzando un semplice cavo Usb. L’hardware funziona benissimo e collegarlo ad un software di largo utilizzo come Traktor è facile e si configura in meno di un minuto. Grazie alla scheda audio integrata, potremmo usare i due canali per mixare le tracce di Traktor, senza dover passare da ingressi esterni. Naturalmente il mixer ha la possibilità di ricevere il segnale anche da eventuali cdj, giradischi o fonti esterne tramite gli ingressi sul retro. I potenziometri posti nella parte superiore danno anche la possibilità al Dj di regolare il volume in entrata sul canale. Lo Xone 23c è quindi a tutti gli effetti un 2+2 canali e dà la possibilità di mixare fino a quattro sorgenti sonore contemporaneamente.

Mixer

Parliamo di Allen e Heath, e quindi di una casa che non ci ha mai deluso, o quasi, in tutti gli anni in cui ha prodotto mixer, sia da discoteca che da studio. Questo prodotto non fa eccezione. I canali sono due, e per ognuno c’è una sezione dedicata all’ equalizzatore con tre potenziometri, bassi, medi e alti, total kill, che permettono al dj di esprimere tutta la creatività sulle tracce che sta suonando. C’è il comando per il volume master e quello per il volume dei monitor, che si possono collegare tramite uscite dedicate nel retro. I fader per il volume di canali sono robusti e danno una sensazione di sicurezza ottima al tatto, e la stessa cosa vale per il cross fader. Per quest’ultimo c’è anche la possibilità di selezionare tra due curve con cui il cross fader passa da un canale all’altro, funzione utilissima soprattutto per chi usa mixer e piatti, o cdj, per fare scratch.

mixer xone 23 c

Effetti

Gli effetti di questo mixer Allen e Heath non sono certo paragonabili in quantità a quelli presenti nell’entry level di Pioneer, cioè il djm 350. Bisogna dire però due cose a favore di questo prodotto A&H: la prima è che viene proposto ad un prezzo di molto inferiore a quello del suo rivale Pioneer e che la qualità sonora non ne risente, anzi, per alcune orecchie può essere migliore, anche se in questo articolo non vogliamo scendere in questo tipo di paragoni. La seconda è che l’unico effetto presente nel mixer Xone 23c è il filtro passa basso e passa alto, ma è uno dei migliori filtri che si siano mai sentiti al mondo. Il filtro A&H ha un suono leggendario che tutti i Dj del mondo devono avere la possibilità di provare. Questo piccolo mixer è stato dotato dello stesso filtro dei suoi fratelli maggiori e la qualità, anche in questo caso, è a dir poco stellare. Bisogna anche dire che il filtro è uno degli effetti maggiormente utilizzati dai Dj per personalizzare il proprio mix e che quindi non mi sento di inserire l’assenza di altri fx come una nota negativa di questo prodotto.

mixer xone 23 c

Nel pannello posteriore oltre ai già citati ingressi per cdj e phono, la presa usb e l’uscita per i monitor, troviamo l’uscita principale con connettore xlr, un comparto dedicato agli effetti con send/return per collegare dei fx esterni come il Pioneer rmx 500 e un Xlink per collegare il mixer ai prodotti Allen e Heath compatibili.

Conclusioni

Questo è un mixer a due canali di ottima costruzione e con una qualità audio che non ha niente da invidiare nemmeno agli impianti usati nei club di tutto il mondo. Allen e Heath anche questa volta ha fatto centro progettando e realizzando un mixer che ogni dj dovrebbe avere, in quanto agile, facilmente trasportabile e con una qualità che permette di suonare in ogni situazione. La possibilità di collegarlo direttamente al Pc fa di questo mixer un prodotto moderno e perfetto per tutti i tipi di Dj, sia quelli che utilizzano solo Cd o Vinili, e sia quelli che hanno tutta la loro collezione di tracce direttamente nel pc o nel Mac.