Seleziona una pagina

Il Pioneer xdj 700 è un player digitale che la casa giapponese ha pensato come dispositivo entry level per per il futuro del djing, ovvero suonare senza l’ausilio del lettore cd. Il primo dispositivo uscito dalla casa giapponese con questa filosofia è stato il fortunato xdj 1000, da cui questo player eredita numerose funzioni e diversi aspetti sia estetici che tecnici. A cominciare dall’ ampio display touchscreen ad alta definizione, passando dalla perfetta integrazione con il software Rekordbox, il Pioneer xdj 750 è proposto per imporsi nel mercato come player adatto alle console dei dj che non vogliono spendere una piccola fortuna per un dispositivo di classe superiore, ma che vogliono tutte le funzionalità di un dispositivo professionale.
Entrando nel dettaglio, analizzeremo una ad una le varie componenti del nuovo player di casa Pioneer.

Display

display
Il Display è un touch screen LCD a 7” pensato per dare al dj un controllo intuitivo che permette di navigare in numerose funzioni semplicemente toccandolo con un dito. È possibile sia ricercare le canzoni, anche tramite una comoda tastiera QWERTY, come quelle che tutti siamo abituati ad usare nei telefonini, ma anche accedere a numerose altre funzioni. Grazie al software proprietario di Pioneer, Recordbox, le tracce preventivamente analizzate nel proprio pc, appaiono con la forma d’onda e sono navigabili al proprio interno solo con lo scroll di un dito. Questa funzione è utilissima nel momento in cui si vogliano settare di punti di Que oppure semplicemente si voglia arrivare ad un qualsiasi punto di una traccia. Tramite comando touch, si possono attivare anche le funzioni di Browse, per navigare all’interno delle cartelle presenti nella chiavetta usb, la Tag list, con le tracce organizzare per tag, ma anche l’effetto Vinil Brake o i tasti Master e Sync. Sul lato destro del display si possono vedere gli indicatori delle sorgenti da cui il lettore Pioneer accede. Si possono selezionare sia l’ingresso Usb frontale che gli ingressi Link o Rekordbox che ci permettono di andare a pescare le tracce direttamente dal computer collegato con la presa Usb posizionata nel retro del Xdj. Premendo la funzione Perform, si accede alla schermata che ci permette di impostare i Loop e di selezionare i punti di Cue. I Loop naturalmente sono già quantizzati grazie all’elaborazione delle tracce fatta con Rekordbox.

Superiore SX

usb
La parte superiore a sinistra è organizzata nel modo classico presente già in tutti i dispositivi Pioneer abilitati all’uso delle chiavette, come già il cdj 350 o i modelli di fascia superiore. Troviamo l’ingresso Usb e il tasto per espellere il dispositivo di archiviazione. Vi ricordo che le tracce inserite devono essere state preventivamente analizzate tramite Rekordbox per poter usufruire di tutte le funzioni che l’Xdj 700 mette a disposizione.

Destra: Navigazione

navigazione
A destra troviamo i tasti per navigare all’interno delle tracce e dei menù. Tutte queste funzioni sono perfettamente integrate con il display touchscreen da 7” che velocizza tutto il processo di ricerca e selezione delle tracce e lascia al dj più spazio per concentrarsi sulla sua creatività.

Loop

loop
A sinistra accanto alla Jogwheel troviamo i pulsanti per gestire i Loop e per navigare tra le tracce e all’interno delle tracce stesse. Naturalmente anche tutte queste funzioni sono comodamente accessibili tramite il display, ma vengono comunque mantenuti i tasti fisici per poter permettere a tutti di organizzarsi al meglio, secondo il loro stile e secondo le modalità a cui sono abituati.

Jog Wheel

Jog Wheel

La Jog Wheel è grande, come deve essere. Anche se in un epoca in cui molti Dj suonano in console semplicemente premendo dei bottoni, se una Jog c’è, deve essere grande. Noi di Consoledj ci siamo sempre battuti contro i controller che presentano delle Jog piccole che non danno le giuste sensazioni ai dj e che possono fare più danni che benefici. La sensazione al tatto è ottima, ed anche se non è al livello di quella del fratello maggiore Xdj 1000, fa comunque il suo lavoro, in modo ottimale.

Vynil e Tempo

vynil e tempo

Nella parte destra troviamo i pulsanti per il Vynil Mode, e per il tempo. C’è anche la classica levetta per regolare il tempo, il tutto ottimamente visualizzato in tempo reale nel display da 7” pollici hd.

Lato Posteriore

posteriore
Nel lato posteriore del Pioneer XDJ 700 troviamo l’uscita audio, la presa USB per collegare il lettore al PC e utilizzarlo anche come semplice controller grazie al software Rekordbox Dj. L’uscita Link è pensata per collegare l’Xdj a tutti i dispositivi Pioneer compatibili.

Dimensioni

supporti
Le dimensioni del Pioneer Xdj 700 sono simili a quelle del cdj 350. Essendo però privo di lettore cd, l’xdj 700 risulta avere uno spessore ridotto. Pioneer ha pensato di fornire il lettore di un supporto che incastrato sul fondo, lo rende più alto e lo mette al livello delle altre apparecchiature come mixer o effetti che il dj sceglie di avere in console. Questo sistema lo rende adatto sia alle serate in discoteca che al semplice utilizzo in casa, dove si può adattare anche a spazi ridotti.